Notizie

Golf in Francia il suo bilancio e il suo futuro

By  |  0 Comments

Nel settembre 2018, un controllo sull’impatto economico del golf in Francia è stato commissionato da Ernst & Young Advisory.
Questo studio si è concentrato sulle leve e gli attori del golf: turismo, corsi, attrezzature, istituzioni, tornei e media.

ASSISI ECONOMICO

Di conseguenza, il peso economico del golf in Francia è di circa 1,5 miliardi di euro all’anno!
Ma questo fatturato è rimasto quasi stagnante dal 2007 al 2017 (aumento del 4%).
Il tempo è passato dagli anni ’80 / ’90 quando la crescita era a due cifre!
Il settore del golf impiega circa 15.000 persone, l’85% delle quali ha contratti a tempo indeterminato.

LE ABITUDINI DEVONO CAMBIARE?

Essere un membro di un club è ora meno popolare, giocatore di rilascio “moderna” è l’abbonamento ad un unico centro di diventare un consumatore “nomade” diversi campi pagando la tassa verde. Questo può essere molto vantaggioso con l’acquisto di notebook. Il budget medio di un golfista francese è di circa 1.700 euro all’anno (abbonamento, green fee, equipaggiamento).

I CORSI

Il numero di corsi non è cambiato dall’esplosione della loro costruzione tra il 1985 e il 1992. Tuttavia, i corsi a nove buche e “Pitch and Putt” sono popolari. Perché questa mania o interesse? Forse meno dispendioso in termini di tempo e finanziariamente più conveniente.

FRANCIA IN QUEST DIVENTARE UNA “DESTINAZIONE GOLF”

Per il turismo, la Francia non appare come una destinazione per il golf come lo sono Portogallo, Spagna, Marocco, Tunisia o Turchia. Anche se la destinazione turistica più importante del mondo, il golf francese non gode dell’eccitazione di Disneyland Paris, la Torre Eiffel o il Museo del Louvre.

ATTRARRE PIÙ LICENZE

FFG sostiene i giovani migliori giocatori a sperare di raggiungere gli spazi globali superiori e quindi stimolare l’interesse del pubblico per il golf e di conseguenza aumentare il numero di licenziatari che sale leggermente ogni anno dal 2016 per raggiungere 412.726 nel 2018 .
Uno su due licenziatari pratica il golf da oltre 10 anni, ma le abitudini stanno cambiando.

SPONSORIZZAZIONI

Negli Stati Uniti, 143.000 tornei professionisti e amatoriali raccolgono annualmente più di $ 4 miliardi per organizzazioni caritatevoli. In Francia, le ricevute di golf di sponsorizzazione non superano gli 8 milioni di euro, cioè meno dell’1,5% delle entrate dei campi da golf.

SOLUZIONI PRATICHE

Per sopravvivere è necessario sapere come rinnovarsi, il golf non sfugge alla regola.
Continuare la democratizzazione del golf soprattutto con la scomparsa del rigoroso codice di abbigliamento imposto.
Rafforzare i legami con le aziende in termini di seminari, networking e naturalmente sponsorizzazione / partnership e offrire attività aziendali innovative come brainstorming, relax o team building
Garantendo il cambio digitale, è chiaro che per il 72% dei golfisti di tutto il mondo, le piattaforme digitali avranno un impatto positivo sullo sviluppo del golf. Under 29 sono 78% a consumare le informazioni sul golf sui social network contro solo il 39% degli over 50.
I canali di golf di YouTube svolgono un ruolo importante nella democratizzazione di questo sport. Trasmettendo gratuitamente esercizi fisici, prove di equipaggiamento, analisi biomeccaniche o anche consigli sulla scelta della prossima destinazione turistica.
I canali di YouTube informano una comunità di decine di milioni di persone. I primi dieci canali di golf su YouTube rappresentano da soli mezzo miliardo di visualizzazioni video.
La realtà virtuale sta comparendo anche nelle case dei golfisti, ad esempio il lancio di Aguila Golf, un software di realtà virtuale per giocare a golf negli Stati Uniti.
Sempre confidenziali oggi, è una risposta al rischio meteorologico citato dal 34% dei giocatori come freno alla pratica.
I campi da golf stanno anche cercando di sviluppare questo tipo di esperienza digitale per attirare un pubblico più giovane come il programma Bluegreen Perfect Line che ha integrato alcune pratiche in una tecnologia che consente ai giocatori di sapere in tempo reale la distanza (carry e total ), la velocità della palla, l’altezza, la rotazione o la precisione dei loro colpi.

Fonte: 2018 Ernst & Young Advisory

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *